All Posts tagged TERMINOLOGIA CARDIOLOGICA

TERMINOLOGIA CARDIOLOGICA







Glossario dei piu’ comuni termini in Patologia Cardiovascolare

Indice alfabetico

A B C D E F G H I J K L M
N O P Q R S T U V W X Y Z

go back


Ritornare all’indice con GoBack del Browser

A

Acidosi

Accumulo di anidride carbonica
nel sangue che ne modifica l’equilibrio chimico per aumento
di acidi ed abbassamento del pH . Cio’ si verifica quando l’organismo per mancanza di ossigeno, non riesce
a bruciare bene il materiale nutritizio (acidosi metabolica), o quando non riesce ad eliminarla a causa di un’insufficienza
della funzione respiratoria (acidosi respiratoria)

Agonista

Ogni sostanza che si lega ad un recettore stimolandone la sua funzione specifica.

AlcaIosi

Accumulo di sostanze alcaline nel sangue che ne modifica l’equilibrio chimico
per aumento dei bicarbonati ed abbassamento del pH . Si verifica soprattutto
quando, a causa di un aumento della frequenza respiratoria,
si ha una eccessiva eliminazione di anidride carbonica del sangue (alcalosi respiratoria) o per
un eccessivo riassorbimento dei bicarbonati (alcalosi metabolica).

Angiocardiografa

Esame radiologico durante il quale viene iniettato
nel circolo sanguigno una sostanza opaca ai raggiX ( mezzo di contrasto), che permette
di evidenziare sulle lastre ( radiografie ) o mediante cinematografia l’aspetto
interno dei vasi e delle cavita’ cardiache.

Anoressia

Perdita dell’appetito

Anossia

Mancanza di ossigeno. Puo’ avvenire a carico di tutto
I’organismo, quando vi e’ insufficienza respiratoria, o a carico di un singolo organo
o tessuto, quando e’ ridotto l’afflusso di sangue allo stesso per ostruzione di un vaso.

Antagonistagni sostanza che si lega ad un recettore bloccandone la sua funzione specifica.
(beta-bloccanti, calcioantagonisti etc.)

Anuria

Condizione clinica in cui si verifica un arresto della escrezione di urina (vedi blocco renale)

Aritmia

Alterazione del ritmo sinusale cardiaco la cui frequenza normale varia da 60 a 100 pulsazioni al minuto .

Arresto Cardiaco

Sospensione completa dell’attivita’ elettrica del cuore che ne provoca la cessazione
dell’attivita’ meccanica. Cio’ fa si che il sangue non circoli piu’, e senza un immediato intervento di rianimazione
viene la morte.

Ascite

Versamento di liquido nella cavita’ peritoneale che si puo’ verificare anche nel corso di scompenso cardiaco.

Atelectasia
Situazione nella quale una parte del polmone non ventilata per occlusione di uno o pi bronchi.

Atresia

Mancato sviluppo di una via di comunicazione vascolare o valvolare

Atresia Aortica

Atresia aortica

Atresia Mitralica

Atresia mitralica

Atresia Polmonare

Atresia polmonare

Atresia Tricuspidale

Atresia tricuspidale


B

Blocco Atrio-ventricolare

Alterazone del ritmo cardiaco dovuta ad un arresto della stimolo sinusale a livello del nodo atrio-ventricolare. Ne consegue un rallentamento delle pulsazioni cardiache che, se molto lente, puo’ richiedere l’uso di un pacemaker.

Blocco renale

Arresto della funzione dei reni, che provoca
riduzione e poi arresto dell’escrezione dell’urina e intossicazione generale
dell’organismo ( vedi anuria ).

Bradicardia

Rallentamento della frequenza dei battiti cardiaci al di sotto di 60/m’.

Broncoaspirazione

Manovra mediante la quale viene aspirato dai
bronchi il catarro che non viene eliminato spontaneamente dall’ammalato.
Per eseguirla necessaria I’intubazione endotracheale a la tracheotomia (vedi
voci relative ).

C

Canale atrio ventricolare

Canale atrio-ventricolare comune

Cardiomegalia

Ingrandimento del cuore.

Cause della cardiopatie congenite

Eziologia e cause della cardiopatie coongenite

Cianosi

Colorito bluastro della pelle, dovuto ad assenza di ossigeno nel sangue che circola nei capillari. Puo’ essere secondaria o a mancata ossigenazione del sangue nei polmoni, o mescolamento di sangue venoso e arterioso a causa di una malformazione cardiaca.

Clubbing

Particolare conformazione delle dita, soprattutto
delle mani, “a bacchetta di tamburo”. E’ presente in molte cardiopatie
congenite cianogene.

Coartazione Istmica

Coartazione istmica aortica

Convulsioni

Contrazioni involontarie e incoordinate dei muscoli
scheletrici. Sono segno di danno cerebrale (vedi voce relativa).

Crisi Anossica

Consiste in un grave attacco di iperpnea con
cianosi grave, che termina abitualmente con la perdita della coscienza e
talvolta convulsioni. E’ tipica di alcune cardiopatie congenite cianotiche,
tra cui la piu’ importante la tetralogia di Fallot.

D

Danno cerebrale

Termine generico per esprimere una situazione di
sofferenza delle cellule cerebrali, dovuta alle cause piu’ disparate.
Puo’ essere temparaneo o irreversibile. Quando molto grave conduce alla morte.

Dialisi peritoneale

Procedimento terapeutico per disintossicare
l’organismo in caso di blocco renale,facendo circolare del liquido nella
cavita’ peritoneale.

Diastasi sternale

Allontanamento dei monconi dello sterno.
Puo’ verificarsi nei pazienti defedati o in seguito ad infezione, dopo un
intervento sul cuore.

Difetto interatriale

Difetto Interatrialet

Difetto Interventricolare

Difetto Interventricolare

Digitale

Farmaco cardiotonico che aumenta la forza di contrazione del cuore.

Dispnea

Respirazione accelerata e irregolare accompagnata da sensazione soggettiva di “fame d’aria”.

Diuretici

Farmaci che aumentano la escrezione di urina.

Dotto Artesioso Pervio

E

Edema

Accumulo di liquidi nel tessuto sottocutaneo, prevalente
alle gambe (che appaiono gonfie), in corso di scompenso cardiaco.

Edema polmonare

Accumulo di liquidi nel tessuto intesti-
ziale del polmone,che rende difficoltosa la respirazione e
si accompagna ad emissione di schiuma rosata dalla bocca.
Si verifica in caso di scompenso del ventricolo sinistr o
nella stenosi mitralica.

Ernbolia

Ostruzione di un vaso arterioso da parte di un coagulo
(o di materiale estraneo) che provoca anossia degli organi irrorati da quel vaso, e
spesso un infarto, o una gangrena.

Emiparesi

Riduzione della motilita’ di meta’ del corpo, dovuta ad embolia o
trombosi cerebrale.

Emorragia

Perdita di sangue per lesione di vasi arteriosi o venosi. Puo’ verificarsi
nell’immediato decorso post-operatorio per cedimento delle suture, rendendo necessario un reintervento.

Epatomegalia

Ingrandimento del fegato, quasi sempre segno di scompenso cardiaco.

Malattia di Ebstein

F

Fallot (tetralogia)

Fistola coronarica

Comunicazione anomala attraverso cui il sangue coronarico e deviato in una camera cardiaca, grande arteria o altra struttura vascolare senza passare attraverso il letto capillare miocardico. Si hanno forme isolate e forme associate ad anomalie cardiache.


G

Gangrena

Disfacimento dei tessuti, dovuta a mancata irrorazione sanguigna e infezione.

Gradiente

Differenza della pressione del sangue a monte e a valle di una
ostruzione (o stenosi) o tra due cavita’ comunicanti.

H


I

Infarto

Morte di una parte del tessuto di un organo dovuta a mancata irrorazione.
I piu frequenti sono l’infarto miocardico, polmonare, renale e cerebrale.

Intubazione endotrachele

Introduzione nella trachea di un tubo di plastica,
per mantenere la respirazione artificiale durante 1’anestesia e la rianimazione, o per praticare
la broncoaspirazione.

Iperafflusso

Aumento della quantita’ di sangue circolante nel circolo polmonare,
rispetto al normale. L’iperafflusso polmonare caratteristico delle cardiopatie congenite non cianogene.

Ipoafflusso

Riduzione della quantit di sangue circolante rispetto al normale. L’ipoafflusso
polmonare caratteristico delle cardiopatie congenite cianogene.

Ipossia

Riduzione della quantita’ di ossigeno che giunge a un tessuto o ad un organo.

dl>


L

“>M

Macchina (pompa) cuore polmoni artificiale

Particolare apparecchiatura che sostituisce la funzione del cuore e dei polmoni durante l’intervento in Circolazione Extra Corporea ( C.E.C.).

Mixing

Passaggio del sangue arterioso e venoso nelle due direzioni, e suo mescolamento,
caratteristico di alcune cardiopatie congenite.

N


O


P

pH

Misura dell’equilibrio fra il contenuto delle sostanze acide ed alcaline del sangue.
Il suo valore normale e’ attorno a 7.4

Pacemaker

Apparecchio elettrico che stimola il cuore, per mantenere una normale
frequenza delle pulsazioni cardiachei. Puo’ essere esterno o interno, temporaneo o permanente.

Pleurite

Infiammazione di una cavita’ pleurica. Quasi sempre si accompagna ad
accumulo di liquido nella stessa.

Poliuria

Aumento dell’escrezione di urina. Puo’ essere provocata dai farmaci diuretici;
quando spontanea e’ segno di insufficienza renale.

Polmonite

Infiammaziane a carico di una parte del parenchima polmonare.

Potassio

Elemento minerale normalmente presente nel sangue e nelle cellule, molto
importante per il mantenimento di un normale ritmo cardiaco.

Q


R

Recettore

Struttura localizzata sulla membrana cellulare con caratteristiche particolari specifiche per ogni sostanza
da cui ricevere stimoli agonisti o antagonisti .

Respiratore automatico

Apparecchio che sostituisce (o aiuta) la funzione polmonare
durante 1’anestesia e la rianimazione.

S

Shunt

Passaggio anomalo di sangue tra la circolazione arteriosa e venosa o viceversa.
Il termine anche impiegato per indicare un particolare tipo di intervento palliativo che si impiega
nelle cardiopatie cianogene.

Soffio cardiaco

Rumore non fisiologico, dovuto ad una cardiopatia congenita o acquisita.

Squatting

Particolare posizione di “accovacciamento” caratteristica della tetralogia di Fallot.

Stasi polmonare

Situazione di ristagno di sangue nella circolazione polmonare.

Stenosi

Ostruzione parziale alla circolazione del sangue.

Stress

Qualsiasi condizione che aumenta le richieste metaboliche dell’organismo
(sforzo fisico, emozione, esposizione al freddo ecc. ).

T

Tachicardia

Aumento della frequenza cardiaca al di sopra dei limiti massimi per l’eta’.

Tetralogia di Fallot

Tetralogia di Fallot

Tirage

Difficolta’ alla respirazione dovuta ad una parziale ostruzione della laringe o
della trachea, o rlei bronchi principali.

Tracheotomia

Intervento chirurgico mediante il quale si introduce una cannula direttamente nella trachea, per facilitare la respirazione artificiale ed eliminare il catarro dai bronchi (vedi bronco-aspirazione).

Tronco Arterioso

Tronco arterioso ( truncus arteriosus )

Trombosi

Coagulazione del sangue all’interno dei vasi sanguigni. Provoca
abitualmente arresto della circolazione in un dato territorio, o embolia.

U


V

Valvola Aortica o semilunari aortiche

E’ una struttura a tre lembi o cuspidi che regola il passaggio del sangue tra il ventricolo di sinistra e l’aorta

Valvola Mitralica

E’ una struttura a due lembi o cuspidi che regola il passaggio del sangue tra l’atrio e il ventricolo di sinistra

Valvola Polmonare o semilunari polmonari

E’ una struttura a tre lembi o cuspidi che regola il passaggio del sangue tra il ventricolo di destra e l’arteria polmonare

Valvola tricuspidale

E’ una struttura a tre lembi o cuspidi che regola il passaggio del sangue tra l’atrio e il ventricolo di destra

Ventricolo unico

Ventricolo unico

W


X


Y


Z



Share Button
More