I Taccuni di G. d’Annunzio

L’esistenza di appunti scritti in diverse occasioni da Gabriele D’Annunzio era già nota agli inizi del Novecento, in quanto il poeta stesso ne parlò più volte. Si tratta di veri e propri quadernetti che il Vate usava portarsi nelle tasche ovunque andasse per poter annotare, in ogni momento, qualsiasi pensiero gli passasse per la mente, molto importanti per la genesi delle sue opere , Ricerca storiografica di Elisabetta Mancinelli email mancinellielisabetta@gmail.com

Titolo: I Taccuini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.