PerCar - Perinatal Cardiology

Pagine ed articoli di informazioni sulle cardiopatie congenite dal feto al giovane adulto. Potete usare questa sezione per potere interagire con i medici

ANELLI VASCOLARI


anelli vascolari


ANELLI VASCOLARI
Durante lo sviluppo del feto, nei primi mesi di gravidanza, gli abbozzi di quelli che diverranno i vasi sanguigni definitivi sono molto differenti dall’anatomia normale del neonato.

Molte strutture presenti a questo stadio dello sviluppo vengono in seguito riassorbite e non sono piu’ presenti, neppure sotto forma di “residui”, alla nascita.

In questo gruppo di malformazioni, molto rare ( 1% di tutte le cardiopatie congenite ) ed estremamente variabili,  la persistenza di strutture vascolari embrionali porta alla formazione di un “anello vascolare” che puo’ essere completo (doppio arco aortico, arco aortico destro con legamento arterioso sinistro ) o incompleto ( succlavia destra anomala, arteria polmonare sinistra anomala, arteria innominata anomala )  che comprimono o restringono 1’esofago e la trachea, provocando disturbi che una volta tanto non sono a carico dell’apparato circolatorio, ma consistono soprattutto in difficolta’ alla deglutizione ( rigurgito, vomito ) e della respirazione ( stridore laringeo ). L’intervento, eseguito non appena accertata la diagnosi ( a tal fine molto utile è la radiografia del torace con esofago baritato in cui  I’esofagogramma evidenzia l’impronta dal vaso anomalo sull’esofago), consiste nella resezione di parte dell’anello costringente. II successivo sviluppo del bambino e’ normale.

go back


Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.